assicurazione sanitaria USA viaggisicuri.com

Assicurazione: viaggisicuro.com (NewMed, per conto di Europaische Reiseversicherung AG)
Paese: USA (San Diego)
Quando: gennaio 2010
Problema: probabile laringite virale con febbre
Visita: presso uno studio para-medico con tampone
Costo sostenuto: 70 dollari + 10 dollari di medicinali
Rimborso ottenuto: totale nel giro di 2 mesi

In USA se non hai un assicurazione sanitaria sei nei guai. Per problemi banali una visita da un para-medico in un loculo 1x2 m in un mega centro commerciale costa mediamente 60-80 dollari. Se poi hai bisogno di un vero medico, specialista... le tariffe arrivano tranquillamente a 200-300 dollari. E se poi ti rompi una gamba? e se ti si perfora l'appendice o ti tagli? Rischi di dover vendere la casa o far indebitare a vita chi ti vuol bene (che poi magari te ne vorra meno!)


Quindi e' saggio stipulare un'assicurazione sanitaria adeguata, con una copertura elevata appositamente per gli USA. Ce ne sono molte: famose e meno famose. Ho passato almeno una settimana a cercare varie soluzioni. Quelle classiche e famose hanno costi elevati oppure coperture insufficienti (250 mila euro di copertura per gli USA sono inadeguati... una banale appendicite potrebbe costare di piu'.
Alla fine ho trovato tutta una serie di assicurazioni economiche con coperture ottime: inglesi, tedesche.

Ho trovato www.viaggisicuri.com.
copertura fino a 5 milioni di euro oltre a vari optional (furto, rimborso biglietto, etc).
Ho voluto provare e mi e' andata bene.

Dunque brevemente: 
1) mi e' venuto mal di gola e febbre. Ho individuato uno studio medico dove farmi visitare.
2) prima ho telefonato all'assicurazione sanitaria per farmi dare il nulla osta (intercontinentale di parecchi minuti).
3) Poi sono andato a farmi visitare spendendo in tutto 90 dollari (poca roba per un problema minimo).
4) Di ritorno in italia ho subito inviato il materiale dovuto in originale, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno (lettera di richiesta rimborso, fatture in originale).
5) Successivamente ho ricevuto una comunicazione in cui mi si chiedeva di compilare e inviare via fax il modulo di accredito sul conto e tempo un paio di mesi ho ricevuto il bonifico di circa 57 euro, a copertura totale delle spesesostenute (comprese le caramelline lenisci-tosse... che teoricamente non sarebbero dovute)


Conclusione:
nel complesso una gran rottura burocratica, ma in fin dei conti abbastanza chiara ed efficiente. Quindi la mia esperienza con viaggiaresicuri.com (limitatamente a cio' che mi e' accaduto) non puo' che essere positiva

Aggiornamento giugno 2018.
Ho avuto un problema di salute anche in Messico (la maledizione di Montezuma con febbre alta). Ho fatto chiamare dall'albergo il medico. Visita in camera con flebo e prescrizione di antibiotico. Totale comprese le medicine 6.000 pesos (circa 260 euro). Una volta tornato in italia, ho inviato tutta la documentazione via mail (ricevuta medico, farmacia, biglietti aereo, hotel) e nell'arco di 15 giorni ho ricevuto il bonifico con la cifra in questione. Tutto veloce e puntuale.

Commenti

Patrizia Mandanici ha detto…
Molto utile.
Il loro sistema sanitario mi ha sempre atterrito. Da spettatrice di tanti telefilm americani questa cosa dei costi esorbitanti se si è fuori assicurazione mi colpisce sempre molto - basta perdere il lavoro, o non essere in regola; o stai bene o sei nei guai!
onelulu ha detto…
si, e' terrificante. Basta vedere la faccia che fanno quando si parla di andare da un medico... anche perche' le assicurazioni cercano sempre di trovare cavilli per non rimborsare
laura ha detto…
qualche altra esperienza con viaggisicuri.com?? .......io viaggerò con la famiglia
grazie
assicurazione moto ha detto…
Il mito sulla sanità americana...non è proprio come scrivi in quanto ci sono degli ospedali gratuiti per chi ha redditi bassi e le cose di base te le coprono. In Italia invece abbiamo le cose "gratis" però poi dobbiamo aspettare mesi in lista d'attesa e magari nel frattempo peggioriamo e ci finisce comunque lo stesso a pagare per farci una visita in tempi umani!
Comunque per noi che viaggiamo, molte agenzie di viaggio ti danno inclusa la copertura sanitaria (cito Orbitz.com) che al momento dell'ordine poi ti chiede se vuoi pagare poco in più ed hai inclusa la copertura.
onelulu ha detto…
a me non mi risulta... di sicuro se andavo li per una tracheite acuta mi avrebbero riso in faccia.
il pronto soccorso deve occuparsi delle prime cure... poi se non hai l'assicurazione ti dimettono.
Altrimenti che significato aveva tutta la storia di Obama sulla sanità pubblica?
Maria di Maria ha detto…
Post completo ed interessante.
Effettivamente il sistema sanitario americano è molto complesso, va studiato molto bene prima di un viaggio o un soggiorno.

Post popolari in questo blog

Parcheggi a breve sosta in Aeroporto di Malpensa

Probelma F29 Scaldabagno Vaillant OutsideMAG: non risolto

Fredric Brown: "Incubo verde"